Mercoledì 12 Agosto 2015 08:21
Stampa

Lunedì 10 agosto al Lema.

Cronaca di una bella serata: chi parte male finisce bene?

Già ieri sera alle sette alla stazione della funivia del Monte Lema erano oltre novanta le persone  in attesa di salire in vetta per gustare una ottima cena e osservare le “stelle cadenti”, molti hanno dovuto rinunciare per mancanza di posto, veramente peccato.

Ma tutto non era dalla parte del meglio, vento, cielo coperto da nuvoloni, qualche goccia d’acqua, potevano far presagire una serata con aspettative ridotte.

Ma solo a vedere tutta questa folla di gente desiderosa di salire in vetta, si poteva dedurre che qualcosa di gustosamente attrattivo, su quella montagna, ci fosse di sicuro.

Ebbene abbiamo iniziato con una cena tipica di quel luogo, risotto e ossi buchi, deliziosi, anzi così gustosi che parecchi hanno chiesto il supplemento.

Dopo il dessert e il caffè, la visita all’osservatorio, un momento sempre molto conviviale, due turni per tanti, tanti ospiti, così che i nostri colleghi erano letteralmente assediati da ospiti curiosi e soddisfatti da quanto veniva loro proposto.

Per fortuna dopo le ventidue un bel squarcio di cielo stellato ha riavviato le speranze, così si è potuto vedere Saturno con i suoi anelli, M13 nel suo splendore, e con meraviglia anche alcune belle “stelle cadenti”.

Sulla cabina in discesa, nell’oscuro di questo stupendo viaggio verso Miglieglia si possono raccogliere le impressioni della serata, non ci si vede ma ci si sente. E posso dire che il ristorante con tutti i suoi collaboratori e l’osservatorio astronomico  hanno avuto un ottima nota.

Occasione da ripetere.

Gilberto Luvini

6992 Vernate

10 agosto 2015

Ultimo aggiornamento Lunedì 05 Ottobre 2015 10:15